Powered by Deda People

/

Coltivare la crescita dei giovani talenti: l'esperienza di Zedonk con l'istituto Marangoni

I designer del futuro si preparano ad affrontare le sfide dell'industria grazie alla tecnologia

 

Il ruolo della Moda nello sviluppo economico del paese

Il prestigio del settore moda nel tessuto industriale italiano è da sempre riconosciuto e ammirato in tutto il mondo. Secondo la survey condotta da Deloitte “Fashion&Luxury Private Equity and Investors” si prevede una crescita del settore tra il 2 e il 2,5% l’anno e una crescita generica del 10% entro il 2025. È un dato rilevante, che dimostra l’importanza del comparto per l’economia del nostro Paese e per l’affermarsi del marchio “Made in Italy” oltreconfine. Sì, perché l’Italia non fa moda, ma è moda essa stessa: da un distretto all’altro, le competenze e le specializzazioni possono essere diverse, ma l’impegno per salvaguardare l’”italianità” rimane lo stesso ovunque.

L’artigianato italiano è un vero patrimonio di conoscenze, sinonimo di creatività, manualità e precisione, un fiore all’occhiello radicato in secoli di cultura e ricerca continua che negli ultimi anni ha cominciato a richiamare l’attenzione dei più giovani, sempre più desiderosi di intraprendere una carriera nel settore, spesso guidati dalla forte ammirazione verso l’aspetto più creativo delle professioni in ambito Fashion. 

 
 

Quanto conta la formazione nel percorso di crescita dei giovani?

In un contesto dove il mercato è in continua evoluzione, con le esigenze dei buyers radicalmente cambiate e la digitalizzazione che regna sovrana, la formazione è un tassello fondamentale nel percorso di crescita dei più giovani e a supporto delle nuove leve del futuro del settore moda esistono diverse realtà in Italia e all’estero che permettono di studiare e avvicinarsi al mondo del lavoro grazie a percorsi formativi specifici e verticali: dalla grafica, al design, alla comunicazione, senza dimenticare le nuove figure legate alla Sostenibilità e al Management. 

Con 8 sedi in tutto il mondo e una storia scritta da ben 4 generazioni di studenti, tra cui Franco Moschino e Domenico Dolce, e 45.000 professionisti, l’Istituto Marangoni, la prima scuola italiana di Moda dal 1935, rappresenta un vero hub di primo livello per le future generazioni di fashion designer emergenti ed esperti del settore. 

 
 

La scuola attira ogni anno giovani neodiplomati che da tutto il mondo scelgono l’Istituto Marangoni come punto di partenza della loro carriera professionale, lasciandosi ispirare dal contesto fortemente innovativo e dai curricula altamente professionalizzanti. Secondo lo stesso Istituto, la percentuale di diplomati che riescono ad entrare nel mondo del lavoro equivale al 100% degli iscritti ai programmi di formazione della scuola. Inserendo, infatti, anche uno spazio rilevante dedicato alla tecnologia e al ruolo che essa gioca nello sviluppo dell’industria del Fashion, le abilità dei futuri professionisti migliorano lungo tutte le fasi della filiera, aumentando il tasso d’impiego nel periodo post-laurea. Si, perché fare moda non è solo sinonimo di creatività, ma anche – e forse soprattutto – di conoscenza dei processi e degli strumenti, gli stessi da cui dipenderà il successo di una campagna vendite, del lancio di un proprio marchio, o di una linea produttiva. 

 

La collaborazione tra Zedonk e l’Istituto Marangoni

Proprio per sostenere la crescita professionale dei giovani designer e futuri professionisti del settore Fashion, Zedonk, la società londinese acquisita da Dedagroup Stealth nel 2020, intraprende un percorso all’interno dell’ambito Education. L’azienda produttrice di software ERP per designer, piccoli brand emergenti e start up, sigla infatti una collaborazione con l’Istituto Marangoni di Londra – la cui sede è stata inaugurata nel 2003 in una vecchia fabbrica tessile in 30 Fashion Street, Spitalfields – lo scorso anno, a valle di uno dei diversi progetti di Mentoring che la scuola organizza allo scopo di avviare i giovani talenti alla conoscenza delle tecnologie che stanno trasformando l’industria della moda e che sono oggi fondamentali per la gestione dei processi durante tutto il ciclo di vita dei prodotti.

 



La scuola ha aperto le porte a Emily Ross e Adam King, rispettivamente Client Success Manager e Head of Marketing, che, attraverso un training completo su Zedonk per un periodo di 7 mesi (da ottobre 2021 ad aprile 2022), hanno guidato gli studenti alla conoscenza del software, concretizzando le loro conoscenze teoriche sul funzionamento dell’Industria del Fashion, dalle fasi di creazione degli articoli fino alla vendita in store. Gli studenti hanno avuto accesso diretto alla piattaforma sulla quale hanno potuto portare a termine esercitazioni e task assegnati sulla base degli obiettivi del programma definito con i propri docenti.  

 

"Incorporare Zedonk nei curricula promossi dall’Istituto Marangoni di Londra è stato un successo sia per noi che per gli studenti. Dopo la laurea e l’ingresso nel mondo del lavoro, i giovani si accorgono che molte aziende del settore moda richiedono esperienza nell’utilizzo di Zedonk o ERP simili. Dando accesso a Zedonk, insieme a workshop in presenza e webinar online, gli studenti hanno acquisito un'esperienza unica da poter spendere nel loro percorso di crescita nel periodo post-laurea”, afferma Adam King, Head of Marketing di Zedonk.


La tecnologia oggi rappresenta un driver per il cambiamento dell’industria, e gli strumenti a disposizione dei brand modellano il modo in cui pianificano il loro business e le strategie. Cresce l’importanza del dato come veicolo di informazioni di valore utili per allineare i processi della Supply Chain estesa con i nuovi trend di mercato. Portare il know-how degli esperti del settore Tech negli istituti di formazione diventa, quindi, un’occasione per sperimentare da vicino come la tecnologia e l’innovazione siano abilitatrici di processi, modelli di business e crescita economica. I Designers del futuro non possono più prescindere dalle dinamiche industriali della moda e fondere creatività, strategia e governance dei dati diventa necessario per affermarsi in un settore sempre più competitivo.



Per Zedonk il progetto “Education” è solo all’inizio: la collaborazione con l’Istituto Marangoni già stata confermata anche per il 2022 e, inoltre, l’azienda, punta ad arrivare negli USA e in altre parti d’Europa, tra cui Parigi e Milano, preparando i brand del prossimo decennio ad affrontare le sfide dell’Industria. 

Noi siamo orgogliosi di contribuire alla formazione e alla crescita dei giovani talenti, accompagnandoli in tutto il loro percorso, dalla creazione del loro brand fino all’arrivo sul mercato e di aprire le porte dell’innovazione tecnologica ad ogni fascia di mercato attraverso le nostre soluzioni e la nostra esperienza pluriennale nel settore.


 

Mettere a disposizione dei giovani dei percorsi di formazione specifici che possano introdurli nel mondo del lavoro in modo più efficace è anche parte del programma Digital Academy avviato da Dedagroup. Un percorso di formazione che ha risposto alle esigenze sempre più specifiche delle varie aree di mercato governate dal gruppo con la creazione di edizioni dedicate ai settori trattati a livello di business. Dedagroup Stealth in particolare attraverso la sua Dedagroup Digital Academy- Stealth Edition punta a formare nuovi talenti che possano affiancare i brand della moda dal punto di vista tecnologico, rendendosi così parte attiva nello sviluppo del loro business.

 

Fonti

 
 

Silvia Santato
Marketing Manager