Powered by Deda People

/

Cooperazione sinergica: dominare il darwinismo digitale

Moltiplicare i benefici per i clienti mettendo a fattor comune risorse e competenze, in Italia come nel mondo

 



L’ambito finanziario è, probabilmente, quello in cui la velocità di cambiamento e la quantità delle opportunità innescate da disruption tecnologiche e nuove regolamentazioni richiedono maggiore capacità di abbracciare velocemente le trasformazioni.

In particolare, il comportamento dei consumatori e le opportunità offerte dalla tecnologia evolvono molto rapidamente. Tutte le organizzazioni si trovano, così, a competere in un ambiente che cambia e quelle che non sono in grado di cogliere il mutamento digitale soffrono o spariscono. Questo è il darwinismo digitale in atto oggi.

 

Gli istituti finanziari in tutto il mondo vivono grande incertezza riguardo al modo di colmare questo gap. Quando si parla di arricchire l’esperienza digitale dei propri clienti, In base al documento “World Retail Banking Report 2021” di Capgemini, il 42% degli executive del settore bancario non sa come integrare efficacemente le funzioni di front-, mid- e back-office. Il 46% di essi, inoltre, ha difficoltà nel mettere a fuoco come affrontare l’open banking o come diventare un’organizzazione data-driven.

Al tempo stesso, però, i cambiamenti in corso possono generare – oltre ai rischi o alle difficoltà appena citate – delle nuove opportunità, mai immaginate prima.

 

Evolvere digitalmente per vivere il futuro

Chi, come noi, ha il ruolo di accompagnare le aziende e le organizzazioni pubbliche verso la transizione digitale sa che le incertezze sono più che comprensibili ma non devono paralizzare: le banche possono evolvere e trasformarsi per operare e per servire i propri clienti in maniera nuova. 

Cogliere queste opportunità con il giusto approccio e set di competenze è ciò che ci appassiona e ciò cui ci dedichiamo ogni giorno.

 

L’organizzazione dinamica del polo di aggregazione

La chiave che ci permette di essere adeguati alle sfide del darwinismo digitale è tutta nell’organizzazione dell’Hub di Dedagroup e nella dinamica tra le aree di business e di aziende che lo compongono. 

L’Hub funziona come un organismo che ha la capacità di ricombinarsi di volta in volta in modo diverso, per assemblare solo le parti più funzionali al tipo di evoluzione digitale richiesto dal cliente.

 



Così, la nostra capacità competitiva si genera anche dalla ricombinazione e dalla collaborazione virtuosa tra le parti.

Questo è il modello che ci siamo dati, ovvero un’organizzazione trasversale e verticale insieme che permea ognuno dei settori in cui è coinvolto il Gruppo: dai Public Services, al Digital business, al Cloud. 

Costruiamo maggior valore aggregando diverse realtà altamente specializzate e combinando spiccate competenze di industry – sia normative sia di mercato – con altre competenze hard – servizi e tecnologie abilitanti. 

 
 

L’aggregazione rende il tutto maggiore delle parti

Dedagroup mette intorno a un tavolo team che uniscono le singole competenze richieste: per esempio la sicurezza, la gestione dei dati, l’expertise sull’intelligenza artificiale. I gruppi di lavoro sono, quindi, trasversali ma costituiti da verticalizzazioni, cioè da specializzazioni di nicchia su aree specifiche.

È un polo di aggregazione di competenze eccellenti sui propri mercati di riferimento che, attraverso la cooperazione sinergica, moltiplica il valore delle singole realtà.

 

In questo processo, si crea qualcosa di maggiore della somma delle sue parti: nicchie con ottime performance sui verticali che rimangono agili e fanno rete per rafforzarsi insieme alle altre aziende del Gruppo.

User Experience, Cybersecurity e Intelligenza Artificiale: le nuove sinergie per le Credit Union

Un caso che illustra molto bene come opera il polo di aggregazione è quello che riguarda le nostre soluzioni per il mercato internazionale dedicate Credit Union statunitensi, Istituzioni Finanziarie paragonabili alle nostre Banche di credito cooperativo. 

Le Credit Union sono istituzioni finanziarie che servono collettivamente più di un terzo della popolazione statunitense. Lavorano per aumentare il benessere finanziario delle persone o delle aziende, difendendole da altre entità “predatorie” e convogliando le risorse verso obiettivi importanti per il singolo e la società: lo sviluppo economico di una determinata comunità geografica o professionale, l’accesso al college, l’educazione finanziaria. 

VisiFI, l’azienda di Deda Group che opera negli Stati Uniti, offre alle Credit Union una suite completa di soluzioni proprietarie a supporto del loro business e della loro operatività. 

Il servizio di digital banking è oggi uno dei più apprezzati ed è anche quello in cui VisiFI ha avviato diverse collaborazioni con le altre aziende del Gruppo, in diversi ambiti: con Deda Digital, abbiamo lavorato a una revisione profonda della user experience; con Deda Cloud garantiamo un servizio di sicurezza applicativa e infrastrutturale 24X7 a tutte le nostre Credit Union.
Sul fronte dell’Intelligenza Artificiale, VisiFI sta lavorando con ORS per offrire alle Credit Union un modo semplice per accedere all’AI e per integrarla nel digital banking, aiutandole a usare i dati per costruire servizi sempre più personalizzati.

 

La cooperazione chiave di volta per un futuro più sostenibile

Questa sinergia va ad arricchire le competenze di VisiFI, già attiva nella parte di core banking e che ha recentemente investito moltissimo sul digital banking, proprio per permettere alle Credit Union di raggiungere i soci non solo in filiale ma anche via mobile, con l’obiettivo di creare un journey frictionless tra fisico e digitale. 

Un esempio concreto di questo approccio è il progetto realizzato da VisiFI con Stepping Stones Community Federal Credit Union. Durante il Covid, la Credit Union aveva bisogno di poter offrire i propri servizi alle persone anche nel periodo di chiusura, raggiungendole nelle strade della comunità: per ottenere questo risultato abbiamo trasformato un van in una vera e propria filiale on the go.

Siamo un polo di aggregazione che per la sua estensione internazionale, sulle due sponde dell’Oceano Atlantico, garantisce competenze ampie, visione globale, capacità di innovare con velocità.

E permette alle aziende, agli Enti pubblici e alle Istituzioni Finanziarie non soltanto di evolvere ma di farlo usando il digitale per imprimere un impatto sociale positivo sulla collettività. 

 

Marcello De Angelis
General Manager International Business Dedagroup