/

Infocovid

Iniziative aziendali per la salute dei nostri collaboratori, clienti e fornitori

 
  1. Italia | La risposta di Deda Group all'emergenza Covid-19
  2. Stati Uniti | La risposta di VisiFI all’emergenza Covid-19
  3. Messico | La risposta di Dedagroup Mexico all’emergenza Covid-19


Deda Group ha gestito l'emergenza Covid-19 con un approccio coerente e trasversale alle diverse aree geografiche in cui il Gruppo opera, a partire dall'Italia e per estendersi poi agli Stati Uniti (VisiFI) e al Messico. 
Abbiamo lavorato con un team dedicato per trasformare le linee guida locali emesse da Governi e Istituzioni sanitarie in linee guida di protezione per la sicurezza dei nostri dipendenti, clienti e partner commerciali.

Da subito abbiamo adottato un approccio trasparente, attento e responsabile, aprendo un canale di comunicazione diretto e partecipato con tutti i nostri collaboratori e messo in campo una serie di iniziative puntuali per tutte le aziende del Gruppo.

 

Italia | La risposta di Deda Group all'emergenza Covid-19

31 agosto
Annuncio della riapertura settimanale (5 giorni su 5) di tutte le sedi aziendali attualmente operative in modalità ridotta: Torino, Casalecchio di Reno (BO), Cesena, Sinalunga (SI), Roma, Benevento, Catania, Palermo.

23 luglio
Annuncio dell'apertura, a partire dal 27 luglio, della sede di Castenaso (BO).

14 luglio
Annuncio della riapertura parziale, a partire dal 14 luglio, delle sedi di Catania e Palermo.

25 giugno
Annuncio della riapertura della sede di Napoli dal 29 giugno. Dal 7 luglio riaprono parzialmente le sedi di Cesena e Sinalunga.

18 giugno
Annuncio della riapertura parziale della sede di Torino a partire dal 23 giugno. Da lunedì 22 giugno, riapertura delle sedi di Colleretto Giacosa (TO) e Bolzano.

27 maggio
Annuncio della riapertura delle sedi di Milano, Bari e Tortona a partire dal 3 giugno. Dallo stesso giorno, riapertura solo parziale (il martedì e giovedì) delle sedi di Roma e Casalecchio di Reno.

21 maggio 2020

  • Condivisione interna del "Protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro" definito dal Comitato interno di Gruppo, in vista dell'apertura delle prime sedi prevista per il 25 maggio.
  • Lancio della app sviluppata internamente per il monitoraggio centralizzato delle presenze nelle sedi.

20 maggio 2020
Formazione a distanza con i Manager aziendali sulla gestione del rientro e illustrazione del "Protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro".

13 maggio 2020
Comunicazione dell'apertura parziale delle sedi di Trento, Padova, Scandicci (FI), Ravenna, Migliarino Pisano (PI) e Benevento, a partire da lunedì 25 maggio.

27 aprile 2020
In seguito al DPCM del 26 aprile 2020, lancio di una survey interna per capire meglio come organizzare il rientro in sicurezza ("Fase 2").

25 marzo 2020
Chiusura delle sedi di Padova, Castenaso (BO), Napoli e Bari. Rimane aperta sul territorio nazionale la sola sede di Trento.

23 marzo 2020
Sottoscrizione di una polizza assicurativa a favore di 1.763 collaboratori (tutti i dipendenti del Gruppo in Italia), per coloro che dovessero contrarre il Covid-19 ed essere di conseguenza ricoverati o sottoposti a terapia intensiva.

22 marzo 2020
Sulla base dell’articolo 1 del DPCM del 22 marzo 2020, Dedagroup e le società del Gruppo continuano a poter essere operative perché tutte rientranti nel codice Ateco 62 “Servizi di informazione e comunicazione”.

20 marzo 2020
Chiusura di tutte le sedi aziendali in Italia, eccezion fatta per quelle di Trento, Padova, Castenaso (BO), Napoli e Bari.

17 marzo 2020
Lancio di una campagna interna #DistantiMaUniti per raccogliere le storie dei nostri collaboratori sull’evoluzione della quotidianità lavorativa e del business ai tempi del Coronavirus.

14 marzo 2020
Nel giorno della firma del protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, la percentuale dei collaboratori in telelavoro sul territorio nazionale è quasi del 95%. 

12 marzo 2020
Partecipazione di Dedagroup Public Services al progetto di Solidarietà Digitale promosso dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione (info).

10 marzo 2020

  • Aggiornamento delle linee guida aziendali per il contrasto del contagio da Coronavirus a seguito della pubblicazione del DPCM 9 marzo 2020, che ha esteso le misure di cui all’art. 1 del DPCM 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale.
  • Attivazione dell’opzione tethering su tutte le SIM voce aziendali per supportare i collaboratori in telelavoro che non hanno o riscontrano problemi con la connessione domestica.

9 marzo 2020

  • Invito a tutti i collaboratori residenti/domiciliati nelle zone rosse individuate nel DPCM 8 marzo 2020 a evitare gli spostamenti per ragioni lavorative all’interno del proprio territorio, se non per comprovate esigenze. Estensione dello stesso invito anche ai collaboratori attestati all’esterno delle zone rosse, ma con impegni di lavoro all’interno delle zone rosse.
  • Impegno a seguire l’evoluzione delle decisioni sulla chiusura di scuole e università per sostenere al meglio la conciliazione vita-lavoro.,
  • Definizione di una procedura da seguire in caso di contatto con soggetti ammalati o potenziali situazioni critiche; individuazione di un riferimento interno all’azienda per la segnalazione di tali situazioni.

6 marzo 2020
Confezionamento di un Dedalogo (Decalogo Deda Group che raccoglie in un unico supporto le principali linee di comportamento per contribuire al contrasto della diffusione del Coronavirus) e sua diffusione sulla intranet aziendale e sulle TV poste nelle reception.

5 marzo 2020

  • Interdizione dell’accesso agli uffici per 14 giorni per i collaboratori residenti/domiciliati nelle zone identificate come critiche dalle Autorità pubbliche (zone rosse).
  • Estensione a visitatori esterni, fornitori, clienti e consulenti delle medesime procedure per l’accesso alle sedi aziendali previste per i collaboratori.

26 febbraio 2020
Intensificazione del servizio di pulizia giornaliera in tutte le sedi nazionali del Gruppo e disinfezione con prodotti ad azione virucida.

24 febbraio 2020

  • Interdizione dell’accesso agli uffici per i collaboratori residenti/domiciliati nelle zone identificate come critiche dall’ordinanza congiunta del Ministero della Salute e delle Regioni Lombardia e Veneto.
  • Invito ai tutti i collaboratori con sintomi influenzali a contattare prontamente le autorità locali di salute pubblica
  • Revoca delle riunioni con personale esterno e loro sostituzione con sistemi per la gestione delle riunioni da remoto.
  • Invito a tutti i collaboratori a limitare le trasferte di lavoro nazionali e internazionali a quelle strettamente necessario.
  • Promozione del telelavoro e dell’utilizzo di strumenti per la gestione di riunioni da remoto.
  • Sospensione in via precauzionale di tutti gli eventi di formazione previsti nelle sedi aziendali
  • Disposizione di controlli più stringenti sull’accesso del personale esterno alle sedi.
  • Avvio di una campagna informativa interna sulle principali norme igieniche da adottare per prevenire la diffusione del Coronavirus

22 febbraio 2020
Invito a tutti i collaboratori residenti/domiciliati nei comuni del Lodigiano riportati nell’ordinanza del 21 marzo 2020 del Ministero della Salute e della Regione Lombardia ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle istituzioni e a non recarsi negli uffici fino a nuovo avviso.

Stati Uniti | La risposta di VisiFI all’emergenza Covid-19

2 aprile 2020
A seguito della decisione con cui il governo federale prolunga il periodo di quarantena raccomandato fino al 30 aprile, VisiFI applica tali linee guida anche alla propria forza lavoro: i dipendenti dovranno lavorare da remoto almeno fino al 30 aprile e non sarà consentito loro l’accesso agli uffici senza l’esplicito consenso del team dirigenziale. Anche i viaggi di business continuano a essere sospesi fino al 30 aprile.

31 marzo 2020

L’azienda dà comunicazione dei rischi di frode relativi all’emergenza Covid-19: in una apposita comunicazione, VisiFI informa i propri clienti con l’obiettivo di aiutali a prevenire le situazioni fraudolente, fornendo anche un set di link utili alla segnalazione delle eventuali truffe.

27 marzo 2020
Comunicazione per aggiornare i dipendenti in merito al prolungamento delle misure di prevenzione dei contagi:

 
  • lavoro da remoto obbligatorio fino al 30 marzo; un aggiornamento in merito a questa tematica sarà fornito il 3 aprile.
  • sospensione di tutti i viaggi di business, incluse le visite presso i clienti, fino al 17 aprile 2020.

13 marzo 2020
VisiFI dà l’avvio a una serie di azioni per garantire la sicurezza dei propri dipendenti:

  • Sospensione di tutti i viaggi di business, incluse le visite presso i clienti, fino al 17 aprile 2020.
  • Sospensione di tutte le riunioni in presenza presso gli uffici di Birmingham e di Omaha fino al 17 aprile 2020.
  • Implementazione del lavoro da remoto volontario per tutti i dipendenti.

L’azienda definisce anche un set di procedure per la gestione di eventuali casi di contagio o di esposizione al contagio da parte dei dipendenti. Viene sospesa la possibilità di accedere agli uffici per almeno 14 giorni a tutti coloro che abbiano fatto esperienza di una delle seguenti casistiche: 

  • dipendenti con sintomi influenzali
  • dipendenti con sintomi da Covid-19 (tosse, febbre, difficoltà respiratorie)
  • dipendenti che abbiano in cura familiari che mostrano sintomi da Covid-19 
  • dipendenti, o dipendenti con familiari, che abbiano viaggiato verso aree nazionali ad alto rischio contagi, o che abbiamo effettuato viaggi in crociera o verso uno dei seguenti paesi, includendo le soste o i voli di collegamento: Cina, Iran, Italia, Corea del Sud
  • dipendenti che siano risultati positivi al Covid-19 

Con l’obiettivo di dare evidenza della capacità dell’azienda di mantenere elevati livelli di servizio, VisiFI comunica ai propri clienti le specifiche relative al proprio piano di business continuity  aprendo un canali di contatto dedicato a raccogliere domande o richieste specifiche. Per maggiori informazioni: https://visifi.com/covid-19/

Messico | La risposta di Dedagroup Mexico all’emergenza Covid-19

La seconda fase dell’emergenza Covid-19 in Messico è stata resa officiale dal Governo centrale il 31 marzo. Dedamex ha avuto premura di allinearsi preventivamente, adottando le iniziative messe in atto da Dedagroup in Italia, aviando così una serie di misure preventive già durante i 15 giorni precedenti all’annuncio del Governo.

23 marzo 2020

  • Attivazione del lavoro da remoto per la maggior parte dei dipendenti delle sedi di Guadalajara, Città del Messico e Durango
  • Incremento delle attività di igienizzazione e sanitizzazione presso tutti gli uffici
  • Confermata l’apertura degli uffici ma solo ed esclusivamente per emergenze relative ad attività amministrative

20-23 marzo 2020 
Conclusione dei rientri delle ultime risorse italiane in Messico.

20 marzo 2020 
Attivazione del lavoro da remoto per i dipendenti impiegati negli uffici di Città del Messico e di Durango.

18 marzo 2020 
Attivazione del lavoro da remoto per la maggioranza – 28 persone su 30 – dei dipendenti impiegati presso gli uffici di Guadalajara.